Trattato del Quirinale, bene la macroregione ma sia Occitana!

Noi de l’Assemblada Occitana Valadas ci rallegriamo del fatto che nell’incontro tra stato italiano e francese del 26 novembre scorso si sia tornato a parlare delle macro regioni europee, con particolar riferimento alla alpiazzur (la macro regione comprendente le province di Cuneo, Torino, imperia e Nizza). Nell’articolo 10 del trattato viene riconosciuto l’ importante (e oggettivo) interscambio economico e culturale nella zona di frontiera.

Il trattato prevede un rafforzamento del bilinguismo (purtroppo non come lo intendiamo noi ma con le sole lingue centraliste).

Il riconoscimento della macroregione, se applicato, è un importante passo in avanti, tuttavia rimarchiamo come le province in questione (tutte) non siano Unicamente occitane.

Nella macroregione si vorrebbe potenziare anche l’aspetto culturale ma temiamo solo degli stati e non delle minoranze linguistiche…

Restiamo comunque un speranzosa attesa dell’evolversi della situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.