Omaggio a Don Giorgio Pepino in occasione dell’11 anniversario dal suo trapasso a miglior vita!

Nell’11’ anniversario della morte di Don Giorgio Pepino (27 marzo 1927-2 Aprile 2011 lo vogliamo ricordare.

Don Giorgio è nato a Roccavione (val vermenagna) il 27 marzo 1927 da famiglia contadina.

In tenera età è entrato in seminario a Cuneo ed ha li svolto tutti gli anni di studio fino a venire ordinato sacerdote nel 1951. Il primo incarico è stato a Boves (Valle Pesio) fino al 1958 quando è stato nominato sacerdote a Castelmagno dove ha organizzato i primi campeggi e le prime giornate con e per i giovani.

Gran parte della sua vita sacerdotale l’ha comunque vissuta tra Valgrana e Sant’Anna di Vinadio. A Valgrana è stato sacerdote dal 1966 fino alla sua dipartita e a Sant’Anna di Vinadio dove è stato rettore dal 1968 fino alla fine dei suoi giorni terreni. A Valgrana (dove è seppellito) ha lasciato un grandioso ricordo mentre il grande del suo lavoro lo ha svolto al santuario di Sant’Anna di Vinadio (in alta val Stura).

A Sant’Anna (luogo di confine pesantemente colpito e militarizzato durante la seconda guerra mondiale) don Giorgio ha acquistato e ristrutturato numerose caserme ormai in disuso ridandole nuovo lustro e vita, da ricordare in particolare casa San Gioacchino che da antico ospizio abbandonato è stato ristrutturato ed è diventato un moderno luogo di accoglienza per i giovani che ogni anno si recano a Sant’Anna in campeggio!

Numerose altre caserme sono state trasformate da don Pepino in rifugi alpini. Da ricordare inoltre il monumento della Pace costruito su una piccola rocca vicino al santuario con materiali bellici trovati nei dintorni del santuario.

Don Giorgio era solito organizzare, in occasione della festa patronale del santuario, la messa transnazionale con i vescovi di Cuneo, Nizza e Monaco.

Don Giorgio era un grande appassionato delle nostre montagne, provetto alpinista (ha scalato numerosissime volte il Monviso) è stato un pioniere in molti campi dal turismo, ai campeggi per i giovani.

È un esempio per i giovani delle nostre vallate!

Ricordiamo don Giorgio Pepino con affetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.